​​ActiveCampaign Email Validation - Migliori alternative

16 maggio 2024
6

State lottando per mantenere gli iscritti alle vostre e-mail?

convalida email di activecampaign - foto di copertina

Considerate che, nonostante il potenziale dell'email marketing, circa la metà del traffico verso i siti web viene abbandonato entro pochi secondi, spesso a causa di contenuti che non soddisfano le aspettative dei visitatori. Per quanto riguarda specificamente le e-mail, una media di Da 10,08% a 15,69% di essi possono rimbalzare in diversi settori, compromettendo l'efficacia della vostra campagna.

La verifica delle e-mail può contribuire a ridurre la frequenza di rimbalzo.

In questo post vi mostriamo come convalidare le e-mail dal vostro account ActiveCampaign.

Come funziona la convalida delle e-mail in ActiveCampaign?

ActiveCampaign non offre una convalida integrata delle e-mail. È necessario utilizzare servizi di terze parti per verificare la correttezza degli indirizzi e-mail prima di caricarli.

Molti servizi promettono una convalida accurata, ma spesso non ci riescono, il che porta a problemi come il passaggio di e-mail non valide non rilevate. Questa incoerenza può avere un impatto negativo sull'efficacia della campagna e sulla reputazione del mittente.

Tuttavia, Bouncer è un'eccezione che merita di essere presa in considerazione. Si distingue per un tasso di precisione di 98% nella convalida degli indirizzi e-mail.

Cosa significa questo per voi? 

Una maggiore precisione garantisce che un maggior numero di indirizzi e-mail non validi o falsi venga individuato prima dell'invio delle campagne. Ciò contribuisce a mantenere una lista di e-mail pulita, a ridurre i tassi di rimbalzo e ad aumentare la deliverability complessiva delle vostre e-mail.

Detto questo, ecco un tutorial su come verificare la vostra lista di e-mail da ActiveCampaign.

Verifica delle e-mail con Bouncer

È possibile utilizzare uno strumento di verifica delle e-mail per verificare i bounce degli indirizzi e-mail dei contatti. Suggeriamo Bouncer per la sua facilità d'uso e il generoso piano gratuito.

Passo 1: creare un account gratuito su Bouncer

Bouncer offre 100 crediti gratuiti per la verifica. Se la vostra lista non è troppo grande, può essere più che sufficiente.
 

trigger per le note di contatto

Iscriviti qui e convalida gratuitamente le tue prime 100 e-mail.

Passo 2: Esportare l'elenco di ActiveCampaign

Accedere al proprio account ActiveCampaign.

Scegliere l'elenco da esportare.
 

dati di contatto esistenti

 
Fare clic sul pulsante
Esportazione pulsante. È possibile scegliere i campi da esportare.
 

dati del contatto esistente

 
Riceverete un file CSV con il vostro elenco di e-mail. Ora è possibile caricarlo su Bouncer.

Passo 3: caricare l'elenco di ActiveCampaign

Accedere a Bouncer e copiare l'elenco. Fare clic su Aggiungi nuovo elenco.
 

trigger per i clic sui link della campagna

 
Successivamente, verrà richiesto di caricare un file CSV, TXT o XLSX o di copiare e incollare le e-mail.
 

trigger per le note di transazione

 
Il modo più semplice è quello di copiare e incollare, per cui è possibile farlo.

Passo 4: convalidare le e-mail utilizzando Bouncer

Fare clic su Procedere.

A questo punto, Bouncer eseguirà diverse fasi per verificare le vostre e-mail.
 

trigger per le attività di negoziazione

 
Riceverete una rappresentazione visiva della pulizia della vostra lista e-mail. Potete anche scaricarla e ripulirla da indirizzi e-mail non recapitabili, rischiosi e sconosciuti.
 

trigger di annullamento della campagna

 
Dopo questi passaggi, la vostra lista è pulita e pronta per essere caricata in ActiveCampaign. È necessario un file CSV, poiché ActiveCampaign funziona solo con CSV.

Passo 5: caricare la lista pulita in ActiveCampaign

Assicuratevi che i vostri contatti siano memorizzati in un file CSV formattato correttamente. Ogni indirizzo e-mail deve essere assegnato a un unico contatto.

Dopo aver preparato il file, accedere al proprio account ActiveCampaign e navigare nella sezione Contatti sezione. Fare clic sulla voce Importazione e quindi scegliere Importazione da file per avviare il processo.

Apparirà un browser di file; individuare e selezionare il file CSV che si desidera importare. Una volta selezionato, sarete reindirizzati alla schermata di importazione, dove potrete mappare le colonne del vostro file CSV con i campi corrispondenti del vostro account ActiveCampaign.

Utilizzare i menu a discesa per ogni campo per assegnarlo o scegliere di non importarlo selezionando Non importare questo campo. Se è necessario aggiungere un nuovo campo, è sufficiente fare clic su [Aggiungi nuovo campo] e seguire le istruzioni fornite.

Quindi, decidere le opzioni di importazione. È possibile scegliere di importare i contatti come Attivo, Esclusooppure Non iscritto. Se il vostro piano lo consente, potete anche aggiungere contatti a elenchi specifici e applicare tag.

Per un controllo più preciso, esplorare la sezione Opzioni avanzate dove si possono configurare le impostazioni per attivare webhook e automazioni e decidere se creare nuove opzioni di campo per le voci non corrispondenti nei campi personalizzati.
 

nuova nota di contatto

 
Dopo aver configurato tutte le impostazioni in base alle proprie preferenze, fare clic sul pulsante "Importa ora" per avviare l'importazione dei contatti. La durata del processo di importazione dipende dalle dimensioni del file CSV.

Ecco fatto! Avete la vostra lista di e-mail pulita in ActiveCampaign e siete pronti per iniziare a vedere risultati sorprendenti nelle campagne di e-mail marketing.

Creare uno Zap

Esiste un'opzione più avanzata che consiste nel convalidare automaticamente le e-mail. È possibile farlo utilizzando Zapier e una connessione tra Bouncer e ActiveCampaign.

Per prima cosa, accedere a Zapier.
 

aggiornamento dei trigger di contatto

 
Il modo più semplice per creare uno Zap è utilizzare l'assistente AI di Zapier. Basta digitare ciò che si desidera automatizzare e Zapier lo programmerà per voi:

Ho digitato: Quando una nuova lista di email appare in ActiveCampaign, voglio verificarla automaticamente usando Bouncer e rimetterla in ActiveCampaign.
 

campagna di rimbalzo

 
Il vostro Zap è pronto. Tutto ciò che dovete fare è collegare i vostri account e il gioco è fatto! Prendete la chiave API di ActiveCampaign e incollatela nel campo. Ora il vostro account ActiveCampaign è collegato. Fate lo stesso per Bouncer.
 

la campagna inizia a inviare i trigger

 
Aggiungete il vostro elenco all'innesco.
 

verificare gli indirizzi e-mail

 
Ora è possibile testare il trigger. Ecco come dovrebbe apparire:
 

verifica dell'email di activecampaign

 
Quindi, verificare che Bouncer verifichi correttamente le e-mail. Quando lo fa, il vostro Zap è quasi pronto.

Ora è sufficiente impostare gli aggiornamenti automatici per ActiveCampaign.
 

messaggio della campagna

 
Fare clic su
Test e vedere se funziona.
 

link alla nuova campagna

 
Quando restituisce il risultato corretto, lo Zap è pronto per essere pubblicato!

Verificate le e-mail e vedete la vostra deliverability salire alle stelle

Scegliere Bouncer come strumento di convalida delle e-mail trasforma il modo in cui gestite le vostre campagne e-mail attraverso ActiveCampaign. Immaginate una riduzione significativa dei tassi di rimbalzo e un'ottima reputazione del mittente, grazie al mantenimento di un elenco di e-mail incontaminato. L'elevata precisione di Bouncer garantisce che quasi tutte le e-mail non valide o false vengano individuate prima che possano avere un impatto sulle vostre attività di marketing.

Intraprendere i passi necessari per integrare l'accurato processo di convalida di Bouncer significa che le vostre strategie di ActiveCampaign saranno più efficaci e le vostre comunicazioni più affidabili. Siete pronti a salvaguardare la vostra reputazione digitale e a migliorare la deliverability delle vostre e-mail? 

Iscriviti a Bouncer oggi stesso e convalidare le prime 100 email completamente gratis!

Linea e punti