Con quale frequenza devo pulire la mia lista di e-mail?

Mag 31, 2020
8

Mantenere pulita la tua lista di email è essenziale per le tue attività di invio di email, ma questo lo sai già! Più comunemente, subito dopo la domanda "perché dovrei pulire la mia lista di email", arriva la domanda "con quale frequenza dovrei pulire la mia lista?

E anche se la risposta è molto più complessa, è necessario pianificare le attività di verifica della lista nel calendario di mailing il prima possibile, se si vuole mantenere il posizionamento della posta in arrivo al top.

Perché dovrei verificare la mia lista più di una volta?

Purtroppo, c'è una percezione sbagliata tra i marketer, che una volta che la vostra lista è verificata si è fatto con la pulizia della lista per un lungo periodo o anche per sempre. No! Gli indirizzi della vostra lista diventano sempre obsoleti!

Si stima che oltre 20% di tutte le email scadono ogni anno! Ecco perché la pulizia della lista dovrebbe essere un'attività ripetitiva, che dovrete fare in un periodo specifico. In questo articolo, cercheremo di aiutarvi a scoprire cosa significa "periodo specifico" nel vostro caso.

Con quale frequenza pulire la mailing list?

Quando si cercava su Internet la migliore frequenza di verifica delle e-mail, le risposte più ripetitive erano o 'Ogni volta che è necessario' o 'ogni 3 mesi'. Questo non è per niente utile, perché è troppo generico e non considera tutte le componenti della qualità dei dati.

La frequenza della verifica della posta elettronica dovrebbe basarsi principalmente su tre fattori:

Con quale frequenza inviate la vostra campagna?

La necessità di convalidare le e-mail dipende direttamente dalla frequenza di invio delle stesse. Se inviate la vostra campagna solo ogni 4 mesi (o più), allora è consigliabile verificare la vostra lista prima di ogni invio.

Tuttavia, se inviate un'e-mail ai vostri destinatari ogni mese o meno, allora dovreste farlo periodicamente, ma potrebbe non essere necessario farlo prima di ogni campagna (tabella 1, tabella 2)

Il metodo che si utilizza per raccogliere le e-mail

Un aspetto che influisce sulla qualità delle vostre liste di posta elettronica è il fatto che esse diventano non valide nel tempo, tuttavia, un altro componente importante è il numero di indirizzi e-mail mistificati o falsificati, che si raccolgono dai moduli di iscrizione.

Potete utilizzare un doppio opt-in (l'abbonato deve confermare la sua iscrizione cliccando sul link nel messaggio e-mail da voi inviato) o un singolo opt-in. Inoltre, è possibile aggiungere la verifica in tempo reale della posta elettronica al modulo di raccolta delle e-mail, dove l'indirizzo viene verificato al momento dell'iscrizione.

Doppio opt-in con verifica in tempo reale via e-mail - Questo è il metodo più sicuro per raccogliere le email, in quanto impedisce le iscrizioni con email digitate male, domini usa e getta, indirizzi non validi, ecc. Inoltre ti dà una conferma che la persona che si è iscritta ha usato una casella di posta a cui ha accesso, quindi è interessata al tuo valore.

Singolo opt-in con verifica in tempo reale via e-mail - previene gli errori di battitura e le email usa e getta, ma l'abbonato potrebbe usare una casella di posta elettronica a cui non ha nemmeno accesso.

Doppio opt-in - non fermerà le iscrizioni con email temporanee, che di solito sono valide fino a 72 ore.

Singolo opt-in - state fondamentalmente raccogliendo tutto, dalle iscrizioni con caselle di posta temporanee, agli errori del "dito grasso", alle iscrizioni con indirizzi e-mail non validi.

Tipi di liste di e-mail che si utilizzano: B2B o B2C

Se la proposta di valore del tuo business è rivolta ad altre aziende, avrai bisogno di pulire le tue liste di email più spesso. Questo perché le liste di email b2b tendono a scadere più frequentemente del b2c. Le persone cambiano lavoro, quindi le email che erano valide nella tua ultima campagna potrebbero ora rimbalzare.

Nel B2C, dove i clienti utilizzano le loro e-mail personali, è più stabile, spesso un indirizzo e-mail che abbiamo rimarrà con noi per decenni, anche se le persone cambiano cognome, si spostano a diversi fornitori di cassette postali, ecc.

Ulteriori informazioni

Se stai dando via una sorta di freebie con l'iscrizione (prova gratuita, pdf, ebook, consigli o qualsiasi altro lead magnet), considera che alcune persone potrebbero abusare della tua generosità, e usare email non valide/temporanee per ottenere il contenuto senza lasciare il loro vero indirizzo. Se questo è il caso, potresti aver bisogno di pulire la tua lista più spesso.

Frequenza di verifica e-mail ottimale per B2C e B2B

Potete trovare suggerimenti per il periodo stimato nelle tabelle sottostanti:

Con quale frequenza verificare una lista B2C?

Con quale frequenza verificare una lista B2B?

Come si può vedere dalla tabella qui sopra, se si utilizza un solo opt-in per raccogliere le email B2B, e si invia la campagna settimanalmente, allora il rischio di raccogliere email mistyped + scadenza di altre email sulla tua lista è così alto, che potrebbe essere necessario verificare la tua lista anche ogni 2 settimane!

D'altra parte, se inviate e-mail ogni mese alla vostra lista B2C, raccolte con doppio opt-in, potete controllare la validità delle e-mail ogni 3 mesi, e la reputazione del vostro mittente dovrebbe essere al sicuro da un alto tasso di rimbalzo.

Come devo pulire la mia lista di e-mail?

Il modo migliore per rimuovere le e-mail non valide dalla vostra lista (quindi quelle che genereranno un hard bounce) è quello di utilizzare un verificatore di e-mail come Bouncer.

Gli strumenti di verifica delle e-mail sono progettati per individuare le e-mail cattive senza inviare alcun messaggio agli indirizzi. Usando questi strumenti non si rischia la reputazione del mittente e quindi la deliverability delle email.

Potresti fare alcune attività di pulizia delle liste da solo, come rimuovere gli indirizzi dall'aspetto spammoso o quelli che hanno un formato non corretto, ma la pulizia delle liste fai da te di solito richiede molto tempo, e non è efficace come l'uso della verifica delle email.

Quando devo verificare la mia lista?

Ora sapete quanto spesso dovreste verificare la vostra lista e come farlo, ma qual è il momento migliore per farlo? La risposta è semplice: il più vicino possibile all'invio della vostra campagna!

Dato che le email tendono a scadere nel tempo, una lista verificata due settimane fa, oggi potrebbe risultare in pochi duri rimbalzi. Ecco perché il tempo consigliato per la pulizia della lista è fino a 72 ore prima dell'invio.

 

Un rapido riassunto sui rischi di non mantenere pulite le vostre liste di posta elettronica

Ci rendiamo conto che la maggior parte di voi comprende i vantaggi di mantenere pulite tutte le vostre liste di e-mail e ora anche quante volte pulire la tua lista di emailma per quelli di voi che si sono imbattuti in questo articolo e non lo fanno, ecco il nostro breve riassunto, solo per voi.

In qualità di email marketer, il vostro obiettivo primario è quello di assicurarvi che le vostre campagne atterrino nelle caselle di posta a cui sono destinate. Una lista che non è pulita e sana crea così tanti problemi che possono influire su questo.

A sua volta, il calo della tua consegna aumenta direttamente la tua frequenza di rimbalzo, e questa è davvero una brutta notizia per il punteggio del mittente, come gli ISP e i loro server giudicano il tuo dominio e cominciano ad applicare quei punti neri indesiderati al tuo indirizzo email From.

Sono gli elementi da evitare, ed è per questo che siamo qui per aiutarvi.

Assicurare che la vostra frequenza di rimbalzo sia la più bassa possibile è uno dei maggiori vantaggi che una lista pulita offre.

I vantaggi che otterrete sono la differenza tra l'invio di una campagna di successo e il ROI dell'email marketing:

  • riduzione dei costi di marketing
  • riduzione delle denunce di spam
  • un sano punteggio del mittente
  • tassi di apertura e di clic più alti
  • un pubblico più impegnato

Con tutto questo in mente, vedrete che è imperativo mantenere pulite quelle liste, ma anche sapere con quale frequenza pulire una lista di email.

Bouncer può dirmi se devo verificare la mia lista?

Bene, anche se hai ricevuto ottimi consigli e istruzioni in questo articolo, potresti ancora sentirti insicuro se questo è il momento giusto per verificare la tua lista. E per tali dilemmi, Bouncer ha proprio lo strumento giusto per aiutarti a prendere una decisione facile: uno strumento di campionamento gratuito per la verifica delle email!

Dovrete solo caricare la vostra lista sulla nostra piattaforma e, sulla base di un piccolo campionamento (selezionato a caso), vi forniremo una stima di rimbalzo della lista in questione. In base a ciò, potete lasciare la vostra lista non pulita, dato che la stima di rimbalzo è super bassa, oppure potete procedere con la validazione via email.

Con lo strumento di campionamento gratuito di verifica delle email di Bouncer dovresti essere in grado di scoprire facilmente quanto spesso dovresti pulire la tua lista di email.

Linea e punti
Linea e punti

Utilizziamo i cookie per la tua migliore esperienza di navigazione, l'analisi del traffico del sito e la gestione della pubblicità mirata. Utilizzando questo sito, acconsenti al nostro utilizzo dei cookie. Se non accetti la nostra politica, chiudi questa pagina

Politica sui cookie