Guida all'invio di video di marketing via e-mail

2 maggio 2022
6

Il video può essere uno strumento di email marketing molto potente. Le statistiche dimostrano che le persone trascorrono circa tre volte di più sulle pagine web con video rispetto a quelle senza, e poco più di 60% degli utenti hanno maggiori probabilità di acquistare un prodotto online dopo aver visto il video. 

guida all'invio di video di marketing via e-mail

Nel marketing via e-mail, il solo utilizzo della parola video nell'oggetto può aumentare i tassi di apertura di quasi 20% e i tassi di clic di oltre 60%. Oltre 50% dei consumatori dichiarano di voler vedere più contenuti video da parte delle aziende e dei marchi che sostengono.

Come inviare video via e-mail

Esistono due metodi principali per inviare video tramite e-mail. È possibile incorporare il file video nell'e-mail o utilizzare il metodo dello screenshot.

Se volete incorporare i video nel vostro email marketing, è importante evitare di inviare i file video come allegati, perché questo aumenta il rischio che l'email venga contrassegnata come spam dal provider di posta elettronica del destinatario. Oppure il destinatario stesso potrebbe contrassegnare l'e-mail come spam se non se l'aspettava, dato che le persone hanno molte buone ragioni per non fidarsi delle e-mail con allegati.

Inoltre, i file video più grandi sono spesso troppo grandi per essere inviati come allegato, il che significa che dovrete comprimere il video in un file .zip prima di inviarlo, il che comporta un lavoro maggiore sia per voi che per il vostro destinatario e potrebbe far sì che il vostro video non venga mai visto.

Come inviare video via e-mail con il metodo dell'incorporamento

L'incorporazione del video nell'e-mail è l'opzione più semplice, in quanto consente ai destinatari di guardarlo nella loro applicazione di posta elettronica o nella casella di posta, senza dover cliccare su un'altra pagina.

È possibile incorporare i video nelle e-mail di marketing utilizzando l'HTML5, oppure molti strumenti per la creazione di e-mail di marketing hanno l'opzione di aggiungere un video al modello. Tuttavia, incorporare un video non è sempre l'opzione migliore se si vuole essere sicuri di offrire una buona esperienza all'utente.

Questo perché i video incorporati potrebbero non funzionare o non apparire correttamente nelle applicazioni mobili di posta elettronica per iOS e Android e i comuni client di posta elettronica come Gmail e Outlook non supportano i video incorporati.

C'è anche un rischio maggiore che l'e-mail finisca nella cartella spam a causa del codice HTML più complesso e può essere più difficile tracciare le visualizzazioni dell'e-mail, poiché il destinatario non deve fare clic su un'altra pagina.

Come inviare video con il metodo dello screenshot

Il metodo dello screenshot è la scelta ideale, poiché è accettato dalla maggior parte dei client di posta elettronica ed è anche più rintracciabile per voi come mittente.

Per utilizzare il metodo dello screenshot per inviare un video nelle vostre e-mail di marketing, create innanzitutto una miniatura o uno screenshot per il vostro video e aggiungete un'icona con un pulsante di riproduzione, in modo che sia chiaro ai vostri destinatari che è su questo che devono cliccare per guardare il video. Aggiungete la schermata al contenuto dell'e-mail e caricate il video su un sito di hosting video come YouTube o create una pagina di destinazione per il video.

Quindi, collegate lo screenshot al video, completate il resto dell'e-mail e l'oggetto ed è pronto per l'invio. Quando il destinatario fa clic sulla miniatura nell'e-mail, viene portato in una nuova pagina dove può vedere il video.

Come inviare un video con GIF

Potete rendere ancora più evidente che questa miniatura o screenshot è il punto in cui i destinatari possono trovare il video utilizzando una GIF piuttosto che un'immagine statica nella vostra e-mail.

Una GIF animata può includere alcuni fotogrammi del vostro video, il che vi aiuterà a far sì che questa parte della vostra e-mail risalti e attiri l'attenzione degli spettatori.

Tuttavia, ci sono alcuni aspetti da tenere presenti prima di creare la GIF, tra cui il fatto che i file di immagine di grandi dimensioni potrebbero rallentare il tempo di caricamento dell'intera e-mail in alcuni client, quindi assicuratevi che la GIF non sia troppo grande prima di caricarla e premere invio. L'ideale sarebbe cercare di mantenere le GIF utilizzate al di sotto di 1 MB.

Come inviare un video di grandi dimensioni via e-mail

I file video possono essere piuttosto grandi. Sebbene l'inclusione di un video nelle e-mail di marketing possa essere un modo ideale per aumentare il coinvolgimento e attirare l'attenzione dei destinatari, è importante sapere che a volte l'aggiunta di un file video all'e-mail può ritorcersi contro.

Le probabilità che le persone guardino effettivamente il video che inviate sono piuttosto basse se l'e-mail impiega molto tempo a caricarsi.

Per questo motivo, il metodo di invio di un'e-mail tramite screenshot o miniature è sempre l'opzione migliore per l'invio di un file video di grandi dimensioni. Poiché l'e-mail non contiene effettivamente il file video, ma viene caricato su una pagina separata a cui si fa riferimento nell'e-mail, questo non influisce sulla velocità di caricamento dell'e-mail.

Come inviare un video via e-mail - Migliori prassi

I video possono aggiungere interesse alle vostre e-mail di marketing e attirare l'attenzione dei vostri spettatori, contribuendo ad aumentare il coinvolgimento e le entrate.

Se state pensando di aggiungere dei video alle vostre e-mail di marketing, sia che abbiate deciso di incorporare il video o di utilizzare il metodo più consigliato dello screenshot per evitare i problemi che possono verificarsi con i video incorporati, è importante comprendere le best practice relative all'invio di video tramite e-mail per offrire ai vostri destinatari la migliore esperienza utente e ottenere i migliori risultati.

Concentratevi su un'ottima riga dell'oggetto

Sebbene sia dimostrato che l'aggiunta di un video alle vostre e-mail migliori i tassi di apertura e di clic, la verità è che nessuno si accorgerà che c'è un video da guardare se il vostro oggetto non ne parla nemmeno.

Potrebbe essere una pillola difficile da ingoiare, ma se avete un oggetto noioso, non importa quanto tempo e sforzi abbiate fatto per ottenere le cose giuste quando inviate un video in un'e-mail.

Lo scopo principale dell'oggetto è quello di convincere le persone ad aprire l'e-mail, ma la cattiva notizia è che quasi il 70% dei destinatari delle e-mail decide che un'e-mail è di spam dopo aver guardato solo questo elemento.

Uno dei motivi principali per cui le persone decidono di aprire un'e-mail e di esplorarla ulteriormente è che l'oggetto li incuriosisce abbastanza da fare clic. Concentratevi sulla creazione di un oggetto che ponga una domanda che incoraggi la curiosità, che racconti una storia incompiuta, che faccia intendere che nell'email ci sono informazioni che non hanno ancora o che faccia intendere che nell'email c'è qualcosa di cui potrebbero essersi dimenticati.

Condividere il video giusto

Scegliere i video giusti per le campagne di email marketing non è sempre facile.

Idealmente, il video che scegliete dovrebbe servire allo scopo principale di aiutarvi a raggiungere i vostri obiettivi di marketing. Per garantire il successo della vostra campagna, dovete assicurarvi che il messaggio del video sia in linea con il resto del contenuto dell'e-mail e che lavori per raggiungere lo stesso obiettivo.

Assicuratevi di includere una chiara call-to-action, in modo che gli utenti siano consapevoli di ciò che dovranno fare al termine della visione del video.

Uno dei motivi principali per utilizzare il metodo dell'invio di video via e-mail è che rende più facile tracciare i tassi di clic e il numero di visitatori che completano un acquisto dopo aver ricevuto l'e-mail con il video, il che consente di misurare l'impatto del video email marketing sul ROI.

Per ottenere i migliori risultati, mantenete il vostro video breve e diretto. Gli studi dimostrano che i video che non superano i due minuti di durata tendono a ottenere tassi di coinvolgimento migliori rispetto alle clip più lunghe.

Scrivere un testo coinvolgente

È improbabile che inserire un video in un'e-mail e poi lasciar perdere ottenga i risultati desiderati. Una volta scelto un ottimo video per la vostra e-mail, dovrete accompagnarlo con un ottimo testo.

Mantenete il testo dell'e-mail conciso e semplice, proprio come il video, e date la priorità alla chiarezza per i vostri lettori. Una buona idea è quella di scegliere un punto chiave del video che possa risuonare con il vostro pubblico e dimostrare il valore che otterranno dalla visione del video.

Fate prima qualche ricerca di mercato per avere un'idea più precisa del tipo di testo che potrebbe avere il maggiore impatto sui vostri lettori.

I video possono avere un impatto estremamente positivo su una campagna di email marketing, con molte statistiche a sostegno dell'efficacia dei video nel marketing e nel miglioramento del coinvolgimento dei clienti. Se volete iniziare a inviare più video nelle e-mail, il miglior punto di partenza è individuare il metodo migliore e familiarizzare con alcune best practice.

Linea e punti