Scoprire che il vostro dominio o il tuo IP è stato messo nella lista nera è una brutta notizia con la "B" maiuscola. Ha un impatto enorme sulla vostra deliverability, ci vuole molto tempo ed energia per uscire dalla lista nera delle email, per non parlare dello stress e dei costi che potrebbe consumare. È risaputo che l'invio di una campagna e-mail non è un gioco da ragazzi, ma poiché l'e-mail rimane ancora il canale di acquisizione di maggior successo, è essenziale avere una conoscenza di base di ciò che è la blacklist per mantenere la vostra deliverability al top!

Se la vostra attuale strategia di email marketing si basa semplicemente sull'invio di una campagna, e non state prestando sufficiente attenzione alle buone pratiche di invio, potreste far scattare delle bandiere rosse, e quindi diminuire il posizionamento della vostra casella di posta in arrivo. Questo rischio, tuttavia, può essere ridotto implementando buone abitudini di invio.

Cos'è la lista nera delle e-mail?

Una lista nera di e-mail è un database in tempo reale di e-mail e IP che, a causa di scarse pratiche di invio, sono stati identificati come spammer dalle organizzazioni anti-spam. Grazie a tali liste gli amministratori di posta elettronica hanno la possibilità di bloccare le email che vengono inviate da indirizzi già presenti nella blacklist. In pratica, quando si invia un'email a Izabela da diciamo [email protected], mentre il vostro indirizzo IP è 123.123.123, il server di posta di Izabela prende i vostri dati e li scansiona in base alle liste nere disponibili. Se yourdomain.com o 123.123.123.123 IP si trova su una di queste liste nere, la tua email finirà nella casella di spam, o potrebbe anche essere rifiutata completamente.

Quali sono i principali fornitori di liste nere?

Su Internet sono disponibili diverse liste nere, ma le più popolari sono gestite da aziende specializzate:
Spamhaus - forniscono un bel po' di liste, ma la SBL Spamhaus Block List è quella in cui i mittenti legittimi tendono ad imbattersi. Comprende e-mail conosciute da operazioni, fonti e servizi di spam. Il loro trappole antispam sono spesso aggiunte alle liste disponibili per l'acquisto.
Barracuda - la loro lista è stata costruita prima di tutto intorno agli indirizzi che hanno inviato spam alle loro infrastrutture. La loro lista è ampiamente utilizzata da altri.
Spamcop - costruiscono la loro lista intorno alle trappole antispam e ai rapporti antispam, e sulla base di quelli assegnano un punteggio di reputazione al vostro indirizzo IP. Una volta che il tuo punteggio andrà al di sotto di una certa soglia, il tuo IP sarà aggiunto alla loro lista nera.

Le grandi aziende e i fornitori di servizi di posta elettronica utilizzano queste liste, quindi dovresti assicurarti che il tuo dominio non sia elencato in nessuna di queste, in quanto la tua posizione nella casella di posta in arrivo diminuirà in modo significativo.

Come verificare se il mio dominio è nella lista nera?

Il primo sintomo che potreste notare è un grande calo del vostro tariffe aperteTuttavia, questo non sempre indica che siete sulla lista nera delle e-mail, in quanto potrebbe anche significare che la reputazione del vostro mittente è inferiore. Il modo migliore per verificare se il vostro dominio o IP è su una qualsiasi blacklist pubblica disponibile è quello di eseguire un controllo regolare della blacklist. Non saprete se il vostro dominio è nella blacklist senza averlo effettivamente controllato voi stessi. Fortunatamente, gli strumenti di monitoraggio delle blacklist sono disponibili, quindi non dovrete farlo manualmente (come Debouncer, Ultratools oppure Mxtoolbox). L'uso di tali rende il controllo della lista nera delle e-mail più semplice e veloce.

Come uscire da una lista nera?

Cosa fare se trovate la vostra e-mail tramite la lista nera dei domini? Prima di tutto, se succede, non fatevi prendere dal panico! Se non sei uno spammer questo è reversibile! Tuttavia, ricordate che questo è un chiaro indicatore che c'è qualcosa di sbagliato nel vostro email marketing, e questo dovrebbe essere risolto al più presto. La cosa più importante è cercare di affrontare il motivo che è stato la causa della vostra lista nera. In seguito fate richiesta di 'delisting', (rimuovendo il vostro IP/dominio dalla lista), sul sito web del proprietario delle liste nere. È fondamentale agire rapidamente, per dimostrare agli ISP che fate sul serio con la vostra reputazione di mittente. Di solito, il processo è piuttosto semplice, se non si è un trasgressore seriale, e si risolve il problema prima di richiedere la cancellazione dalla lista.

Come evitare di essere nella lista nera?

È importante ricordare che anche se sei un mittente legittimo, che non invia intenzionalmente contenuti spam, potresti comunque finire in una lista nera. Ci sono una varietà di fattori che possono influire sulla possibilità di essere inseriti in una lista nera:

  1. Gli spammer sono i mittenti più attivi (85% su tutte le e-mail inviate è spam), quindi potreste mettervi nel radar del monitoraggio dello spam se iniziate improvvisamente a inviare grandi volumi di e-mail.
  2. Mai mai usare una lista di email acquistate o noleggiate! C'è un rischio molto alto che all'interno dei tuoi contatti ci siano trappole antispam, e inviando loro una email, invii un chiaro segnale all'ISP che sei uno spammer.
  3. Scarsa igiene della mailing list - l'invio di email ad indirizzi obsoleti o non validi porta ad un'alta percentuale di rimbalzi, che è un'importante bandiera rossa! Gli spammer tendono ad inviare un'e-mail di massa a e-mail generate in modo casuale, quindi la frequenza di rimbalzo può indicare che si sta inviando spam.
  4. La mancanza del link per la cancellazione dell'iscrizione nel vostro messaggio potrebbe aumentare il tasso di reclami per lo spam - le persone potrebbero dimenticare di essersi precedentemente iscritte per ricevere i vostri contenuti, quindi permettete loro di cancellare facilmente l'iscrizione invece di spingerli a segnalarvi come spam. Il tasso di reclami per lo spam è un altro indicatore del fatto che non sei un mittente legittimo.
  5. Inviare e-mail con una frequenza troppo alta e travolgere i destinatari con troppi messaggi. Cercate di non inviare più di una volta alla settimana e assicuratevi di utilizzare contenuti unici. Evitate che lo spam faccia scattare parole come 'free' 'money-back', blocco dei maiuscoli, colore rosso nel testo e uso eccessivo dei punti esclamativi.

È possibile ridurre il rischio che il vostro dominio di posta elettronica venga messo semplicemente nella lista nera:

  • Solo le persone che hanno scelto di ricevere le vostre e-mail.
  • Aggiunta di un link di cancellazione al messaggio.
  • Verificate e pulite regolarmente la vostra lista di indirizzi e-mail da indirizzi non recapitabili con Buttafuori.
  • Segmentare i vostri destinatari e inviare solo contenuti rilevanti e interessanti.
  • Assicuratevi che l'SPF e il DKIM siano impostati correttamente.

 

Avvolgimento

Stare lontano dalle liste nere delle email non vi terrà svegli tutta la notte se seguirete le buone abitudini di invio nelle vostre attività di email marketing. Dovete assolutamente assicurarvi che il vostro dominio sia riscaldato e impostato correttamente prima di iniziare la vostra campagna. Inoltre, prendete tutte le misure possibili per mantenere il vostro tasso di rimbalzo e il vostro tasso di reclami per lo spam super basso. Se il tuo dominio finirà su una qualsiasi lista nera, ricordati di trovare la causa e di risolverla!